Please update your Flash Player to view content.

Home arrow LASER TERAPIA per patologia del dolore

Laser: terapia naturale 

Quando si manifesta un dolore all'apparato scheletrico o muscolare la laserterapia ci viene in aiuto in modo efficace e senza conseguenze.
Ne parliamo con il dottor Claudio Castiglioni. Definiamo innanzitutto cos'è il laser: "si tratta di un fascio di luce con particolari caratteristiche fisiche non riscontrabili in nessun altro strumento fisico impiegato in medicina. Il raggio laser ha degli effetti straordinari, sul tessuto vivente, che si possono suddividere in: antiinfiammatorio, analgesico e biostimolante".

Cosa accade al tessuto danneggiato da un trauma o da un evento lesivo?

Si crea uno stato infiammatorio, un edema, nel quale le cellule danneggiate liberano sostanze che provocano dolore. Per com¬batterlo vi sono diversi mezzi; il più comune è quello farmacologico con la somministrazione di FANS (farmaci antiinfiammatori non steroidei).
Per ottenere però dei risultati occorre assumerli a dosi elevate con il rischio di conseguenze dannose, in particolare per lo stomaco. In quanto ai farmaci che tolgono il dolore agendo sul sistema nervoso centrale, intervengono ancor meno sull'origine dell'affezione, perché non tolgono l'infiammazione locale. La soluzione più logica è quella di agire direttamente sull'edema, eliminando quelle sostanze
algogene che procurano dolore, senza conseguenze o effetti collaterali. Per arrivare a questo risultato occorre la luce laser.

Quali sono i vantaggi del laser nella terapia del dolore?

E' una terapia naturale che agisce sulle cel¬lule del tessuto, le ricarica di energia, le riporta alle normali condizioni fisiologiche. La luce laser, che ricordiamo non contiene alcun tipo di radiazione dannosa per l'organismo, ha un grande effetto antiinfiammatorio senza effetti collaterali; non ha contro indicazioni di sorta e tutti possono essere sottoposti, dal più giovane al più anziano, anche i soggetti debilitati, diabetici, portatori di pacemaker. Proprio per questi motivi la terapia laser può essere protratta e ripetuta nel tempo con il vantaggio di sospendere i farmaci.

Come viene eseguita la terapia laser: è importante innanzitutto, che venga prescritta da un medico ed eseguita da un medico, anzi spesso occorre più di un medico.
Il laserterapeuta lavora meglio se affiancato da un ortopedico, un reumatologo, un neurochirurgo, che all'occasione prescrivono esami particolari per definire con precisione la diagnosi di quella determinata patologia dolorosa. Una volta in possesso delle indicazioni necessarie si passa alla terapia laser che usa due diverse tecniche: "a puntale" o "a scansione".
Nella prima tecnica, dopo aver individuato il punto dolente, il laser viene messo a contatto con la cute del paziente per mezzo di una specie di "matita"; questo metodo si usa su una superficie limitata del corpo. Quando i punti dolorosi sono diversi e interessano ampie superfici cutanee, si adotta la tecnica "a scansione"; in questo caso il laser viene posto vicino al paziente e dal suo braccio esce un fascio di luce che oscilla coprendo la zona dolente. Il paziente non avverte nessun fastidio, anzi alcune volte prova una sensazione piacevole. L'unica avvertenza durante le sedute è quella di indossare degli occhiali particolari per proteggere gli occhi.

Quante sedute occorrono per una terapia completa?

Dipende dalla patologia, una media di una decina. Possono essere di più o di meno secondo la risposta del paziente. La durata di ogni seduta varia dagli otto ai venti minuti. Per le patologie dolorose croniche, come ad esempio quelle che riguardano la schiena e altre, sono sufficienti due cicli all'anno per stare bene per diversi mesi.

Elenco delle più note patologie dolorose che possono essere trattate con la laser terapia:

- Colonna vertebrale: artrosi cervicale, artrosi lombare, lombalgia, dolori muscolari del dorso

- Capo: cefalee di origine cervicale
 
- Collo: torcicollo, colpo di frusta

- Faccia: nevralgia del trigemino, rinite vasomotoria, sinusite

- Spalla: periartrite scapolo omerale

- Gomito: epicondilite (gomito del tennista), borsite olecranica

- Mani: artrosi articolazioni interfalangee, artrite reumatoide

- Ginocchio: gonartrosi femoro-rotulea, borsite

- Piede: spine calcaneari, borsiti, tendinite del tendine di Achille

- Tendinopatie, contratture muscolari, distrazioni muscolari, traumi contusivi a carico dell’apparato muscolare, traumi distorsivi, dolore muscolare, herpes zoster acuto, nevralgia post-erpetica, ulcere cutanee.

ÉQUIPE
Dottor C. Castiglioni
 

 
 
 
 

ALLERGOLOGIA – PNEUMOLOGIA
ANDROLOGIA
ANGIOLOGIA E CHIRURGIA VASCOLARE
CARDIOLOGIA
CHINESIOLOGIA
CHIRURGIA AMBULATORIALE
CHIRURGIA GENERALE
CHIRURGIA PLASTICA – ESTETICA
COLOPROCTOLOGIA
DERMATOLOGIA
DIAGNOSTICA
DIAGNOSTICA ANDROLOGICA
DIETOLOGIA
ECOCARDIOGRAFIA
ECOGRAFIA – RADIOLOGIA
ENDOCRINOLOGIA - DIABETOLOGIA
ENDOSCOPIA DIGESTIVA
ENDOCRINOLOGIA PEDIATRICA
FISIATRIA
FISIOTERAPIA
FITOTERAPIA
GINECOLOGIA E OSTETRICIA
IDROCOLONTERAPIA
INTOLLERANZE ALIMENTARI
IRSUTISMO
LASER CHIRURGIA
LASER TERAPIA per patologia del dolore
MEDICINA ESTETICA
MEDICINA INTERNA
MICROCHIRURGIA DELLA MANO
NEUROCHIRURGIA
NEUROLOGIA
NEUROPSICHIATRIA INFANTILE
NEUROPSICOLOGIA
OCULISTICA – chirurgia oculistica
OMOTOSSICOLOGIA
ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
OSTEOPATIA
OTORINOLARINGOIATRIA
PEDIATRIA
PODOLOGIA
POSTUROLOGIA
PSICOLOGIA E PSICOTERAPIA
REUMATOLOGIA
SENOLOGIA
UROLOGIA – ANDROLOGIA

Centro Medico Le Torri - Gallarate - Varese
Eliminazione peli superflui, depilazione definitiva laser, rimozione capillari, trattamento couperose, mesoterapia cellulite, botulino viso, riempimento rughe, allergie stagionali, test intolleranze alimentari, posturologia, osteopatia, dietologia, chirurgia plastica, chirurgia estetica


© 2014 centromedicoletorri
Medici Associati CASTIGLIONI - SURACE | 21013 Gallarate - Via Marsala, 36 - torre B | Tel. 0331.775090 - Fax 0331.775091 | C.F. / P.IVA 01986190120